BONUS MOBILI 2020? ECCO COSA DEVI FARE.

Il bonus mobili è stato prorogato fino al 31 Dicembre 2020.

Tutti i clienti interessati al cambio di arredamento e di elettrodomestici e a ristrutturazioni interne potranno usufruire del bonus per tutto il 2020.

Scopri insieme a noi i requisiti per poter accedere all’agevolazione fiscale del 50% sulla detrazioni Irpef per un massimo di 10.000 euro:

  • I lavori di ristrutturazione dell’immobile non devono essere antecedenti al 2019.
  • Le spese dei mobili per essere detraibili, devono essere pagate tramite bonifico parlante, bonifico ordinario o carta di credito/debito.
  • Per maggiori informazioni vai alla voce bonus mobili 2020 Agenzia Entrate.

Bonus mobili e bonus ristrutturazione 2020:

Il bonus mobili e il bonus ristrutturazione, sono due bonus correlati tra di loro, e il primo dipende direttamente dal secondo.

Il Bonus mobili 2020 può essere fruito solo se si sono effettuati dei lavori di ristrutturazione nell’immobile non prima del 2019.

Bonus mobili 2020: per quali spese spetta?

Per quali spese spetta il bonus mobili 2020? Le spese ammessa alla detrazione 50% del bonus mobili sono:

  • Mobili;
  • Grandi elettrodomesticidi classe energetica non inferiore alla A+, (A per i forni);
  • Arredi: come ad esempio letti, armadi, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, arredo bagno, comodini, divani, poltrone, materassi, illuminazione in quanto costituiscono un necessario completamento dell’arredo;
  • Arredi condominiali: guardiole, appartamento del portiere, ecc.

Quali documenti occorre produrre per il bonus mobili 2020:

  • Tutte le fatture;
  • Ricevuta del bonifico o carta di debito, credito o rata finanziamento;
  • Dichiarazione di ristrutturazione.